Qui il tempo si è fermato

Il Casino Don Titino, una vecchia casa padronale al centro di un grosso appezzamento di terra, come se ne trovano tante nel vecchio Cilento, usata dal proprietario nei periodi della raccolta ma anche dai contadini.
E a Moio della Civitella in tanti potrebbero raccontare lunghe storie di quando vivevano nel Casino, di quando la loro giornata trascorreva nei filari delle viti fino alla vendemmia, quando la casa si animava per un aria di festa a cui partecipavano proprietari e raccoglitori.

Vincenzo Maria Palladino, con l’animo dell’artista, un po’ sognatore, è stato attratto dalla magia di questo posto incantato che ha trasformato per una struttura di accoglienza ma rispettando a pieno le sue caratteristiche.
Da Don Titino perciò si rimane immersi nella natura, in una quiete rasserenante dove, lontani dai continui messaggi dei media, si gustano le buone pietanze cilentane ammirando lo splendido panorama del mare o, di sera, accanto ad un fuoco acceso sotto un cielo di stelle.